searchIcon

INTRODUZIONE AL PTPR

a cura di Mauro Fiore e Paolo Pittori

 

La rivista aprendo un “focus” sul piano territoriale paesistico della regione Lazio, intende promuovere una riflessione aperta a tutti gli operatori in vista della imminente scadenza del termine per la presentazione delle osservazioni da parte dei comuni (30 luglio prossimo). A tal fine sarà dedicata una apposita sezione della Gazzetta che seguirà, a beneficio dei lettori, i lavori preparatori di quello che si annuncia essere lo strumento urbanistico-territoriale più importante della regione Lazio e dunque per tutti gli operatori siano essi pubblici siano privati.
Qui di seguito una brevissima introduzione allo strumento urbanistico-territoriale, più in avanti una prima approfondita panoramica della Prof.ssa Salerni.
Il PTPR adottato è il primo piano paesaggistico in Italia che sottopone a specifica normativa d’uso l’intero territorio regionale secondo i contenuti del cd. codice Urbani (d lg. n. 42 del 2004) e s. m. i. (di cui ai d. lg. 156 del 2006 e 157 sempre del 2007) unificando i 29 piani territoriali paesistici (PTP) vigenti
Il PTPR conformandosi al codice Urbani (art.143) ha:
1.operato la ricognizione dell’intero territorio in base ai valori paesistici esistenti;
2.effettuato la ricognizione cartografica dei beni tutelati per legge;
3.effettuato la puntuale individuazione di ambiti di paesaggio e relative normative;
4.introdotto i beni cd. tipizzati, introdotti con il P.T.P.R.
5.previsto l’individuazione di intervento e riqualificazione delle aree compromesse e/o degradate e le misure per l’inserimento degli interventi nel contesto paesistico.
 

Articolo Completo

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.