ARCHIVIO

NOVITA' GIURISPRUDENZIALI

2013

sabato 21 dicembre 2013 12:53

Natale e Capodanno: apertura straordinaria dei Musei e delle Aree archeologiche

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti del comunicato del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo del 20.12.2013

close icon

Il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo rende noto che il 25 dicembre e il 1 gennaio oltre 250 tra musei, aree e parchi archeologici statali osserveranno apertura straordinaria. In molti dei siti sarà possibile inoltre partecipare a eventi e iniziative quali visite guidate, esposizioni speciali e accessi a luoghi solitamente chiusi al pubblico. Per maggiori informazione tel. numero verde gratuito 800991199 o cliccare su "Accedi al Provvedimento".

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti del comunicato del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo del 20.12.2013

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

Il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo rende noto che il 25 dicembre e il 1 gennaio oltre 250 tra musei, aree e parchi archeologici statali osserveranno apertura straordinaria. In molti dei siti sarà possibile inoltre partecipare a eventi e iniziative quali visite guidate, e ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
venerdì 13 dicembre 2013 08:06

Riuso: online il programma per l’erogazione di servizi ai cittadini

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti del comunicato dell'Agenzia per l'Italia Digitale del 12.12.2013

close icon

L'Agenzia per l'Italia Digitale rende noto che nel catalogo del Riuso è disponibile un nuovo programma realizzato dal Comune di Salerno per la gestione e l’erogazione di servizi ai cittadini quali ad esempio richieste di certificati, autocertificazioni, servizi di annona e altri ancora. Il Sistema informativo Multicanale Enti Locali 2 (S.M.E.L..2) si basa su una banca dati unica ed è stato sviluppato completamente in open source. L’applicativo si caratterizza per le interfacce complete che consentono all’utente di interagire con le pagine in modo rapido ed efficiente. Per maggiori informazioni cliccare su "Accedi al Provvedimento".

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti del comunicato dell'Agenzia per l'Italia Digitale del 12.12.2013

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

L'Agenzia per l'Italia Digitale rende noto che nel catalogo del Riuso è disponibile un nuovo programma realizzato dal Comune di Salerno per la gestione e l’erogazione di servizi ai cittadini quali ad esempio richieste di certificati, autocertificazioni, servizi di annona e altri ancora. Il Sistema ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
mercoledì 20 novembre 2013 13:54

Istat: furti, violazioni delle leggi in materia di stupefacenti e sostanze psicotrope e la guida sotto l'effetto di alcool o droghe sono i reati più sentenziati

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti del comunicato Istat

close icon

Nel 2011 risultano iscritte al Casellario Giudiziale Centrale circa 342 mila sentenze per delitto o contravvenzione, pari a 569,4 persone per 100.000 abitanti condannate con sentenza irrevocabile. Dal 2000 al 2011 il numero delle persone condannate con sentenza irrevocabile è in calo del 4,8%. I condannati per delitto, cioè per reati per cui sono previste pene come l'ergastolo, la reclusione, la multa, sono stati 238.501, corrispondenti a 397 per 100.000 abitanti, mentre i condannati per contravvenzione, per cui è prevista la pena dell'arresto e/o dell'ammenda, sono stati 103.187, corrispondente a 172 per 100.000 abitanti. Dal 2000 al 2011 diminuisce la quota di quanti hanno riportato condanne definitive per delitti (dall'81,6% al 69,8%) mentre aumenta la quota complementare dei condannati per contravvenzione (dal 18,4% al 30,2%). I condannati sono soprattutto maschi (85%) e di nazionalità italiana (70%), ma aumenta la componente straniera rispetto al 2000. I condannati hanno prevalentemente un'età compresa tra i 25 e i 54 anni. All'inizio del decennio, tra i condannati stranieri nelle prime tre posizioni si collocano i nati in Marocco, Albania e Ex-Jugoslavia. Dal 2003 al 2011, invece, aumentano i condannati di origine romena, fino a divenire i più numerosi negli ultimi due anni. Si registra anche la crescita della quota di condannati nati in Cina. Rispetto al 2000, diminuiscono, sul totale dei reati sentenziati, i furti (dal 16,7% all'11,4%), mentre aumentano le violazioni delle leggi in materia di stupefacenti (dal 5,6% all'11,4%) e il reato di guida sotto influenza di alcool o droghe (dal 16,8% al 36,7%). Il furto, le violazioni delle leggi in materia di stupefacenti e sostanze psicotrope e la guida sotto l'effetto di alcool o droghe sono i reati più sentenziati. Tra gli uomini prevalgono proprio i delitti di violazione delle leggi in materia di droga e sostanze psicotrope (12,3% nel 2011) insieme a quelli di furto (10,8%, in netta diminuzione dal 2000). Per le donne, al primo posto i delitti di furto (14,6%), e di omesso versamento di ritenute previdenziali (12,1%). Nel Mezzogiorno sono più diffusi l'omicidio volontario (ma in calo dal 2000, -15,6% nelle regioni del Sud e -27,5% nelle Isole), la truffa (+113,4% dal 2000), il reato di associazione di stampo mafioso, anch'esso in diminuzione, soprattutto nelle Isole (-35,4%). Al Nord è più diffusa la violazione delle norme sull'immigrazione (in forte aumento dal 2000, soprattutto nelle regioni del Nord-est +466,8%) e delle leggi in materia di droga e sostanze psicotrope, in aumento in tutta Italia. Le durate medie di pronunciamento della sentenza dalla data di commesso reato sono maggiori per i reati di associazione di tipo mafioso, omicidio volontario e evasione d'imposta sui redditi e sul valore aggiunto; minori i tempi di condanna per i reati di stalking e quelli relativi all'immigrazione e alla guida sotto l'effetto di alcool o droghe. Le sentenze per omicidio volontario comportano una reclusione superiore ai 10 anni. Per la maggior parte degli altri delitti considerati la durata della reclusione è inferiore a un anno.

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti del comunicato Istat

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

Nel 2011 risultano iscritte al Casellario Giudiziale Centrale circa 342 mila sentenze per delitto o contravvenzione, pari a 569,4 persone per 100.000 abitanti condannate con sentenza irrevocabile. Dal 2000 al 2011 il numero delle persone condannate con sentenza irrevocabile è in calo del 4,8%. I c ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
sabato 16 novembre 2013 08:45

Scuola: 15 milioni di euro per potenziare le connessioni wireless

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti del comunicato MIUR del 13.11.2013

close icon

Il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ha firmato il decreto che spiega alle scuole come accedere al finanziamento di 15 milioni di euro (5 per il 2013 e 10 per il 2014) previsto dal decreto legge 'L'Istruzione riparte' per il potenziamento delle loro connessioni wireless. I fondi serviranno per realizzare o ampliare infrastrutture di rete. L'obiettivo principale dello stanziamento è incrementare l'uso di contenuti digitali in aula da parte degli insegnanti e, soprattutto, degli studenti per innovare e rendere più interattiva la didattica. Potranno candidarsi al finanziamento tutte le scuole secondarie statali. Sarà data la priorità nell'assegnazione dei fondi a quelle di II grado. Gli Istituti potranno mettersi in rete fra loro per ottenere risorse. Sarà possibile candidarsi al finanziamento di una delle seguenti tipologie di progetto: ampliamento dei punti di accesso alla rete WiFi, potenziamento del cablaggio fisico, realizzazione o adeguamento dell’infrastruttura di rete (Lan/Wlan) di edificio o campus. ll finanziamento sarà proporzionato al tipo di progetto presentato, come spiega nel dettaglio l'Avviso pubblicato sul sito del Miur in contemporanea con il decreto ministeriale. Ogni scuola potrà presentare un solo progetto. Le istituzioni scolastiche interessate potranno presentare la loro domanda di partecipazione, con progetto allegato, esclusivamente on line dal 6 dicembre 2013 al 16 dicembre 2013. Per maggiori informazioni cliccare su "Accedi al Provvedimento".

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti del comunicato MIUR del 13.11.2013

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

Il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ha firmato il decreto che spiega alle scuole come accedere al finanziamento di 15 milioni di euro (5 per il 2013 e 10 per il 2014) previsto dal decreto legge 'L'Istruzione riparte' per il potenziamento delle loro connessioni wireless. I ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
martedì 29 ottobre 2013 09:26

AGCOM: software gratuito per valutare la qualità della connessione a Internet da postazione fissa e mobile

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti del Progetto AGCOM "MisuraInternetMobile.it"

close icon

Realizzato dall'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, in collaborazione con la Fondazione Ugo Bordoni e l'Istituto superiore delle comunicazioni, il progetto consente agli utenti di valutare autonomamente, attraverso un software gratuito, la reale qualità dell'accesso ad Internet in banda larga da postazione fissa. Il software Ne.Me.Sys. (Network Measurement System) consente di verificare che i valori misurati sulla propria linea telefonica siano effettivamente rispondenti a quelli dichiarati e promessi dall'operatore nell'offerta contrattuale sottoscritta. Nel caso l'utente rilevi valori peggiori rispetto a quelli garantiti dall'operatore, il risultato di tale misura costituisce prova di inadempienza contrattuale e può, quindi, essere utilizzato per proporre un reclamo e richiedere il ripristino degli standard minimi garantiti ovvero per esigere il recesso senza costi dal contratto. Ne.Me.Sys. è scaricabile gratuitamente dalla pagina www.misurainternet.it. Installato il software, il sistema inizierà automaticamente le misurazioni. Si tratta in totale di 24 misure ricadenti in una specifica fascia oraria. Nel caso in cui nell'arco delle 24 ore seguenti all'avvio dei test, non fossero completate tutte le 24 misurazioni, il software provvederà ad effettuare quelle mancanti nei due giorni successivi. Al completamento del test, all'utente sarà rilasciato un pdf certificato con i risultati delle misurazioni effettuate. Per approfondire l'argomento cliccare su "Accedi al Provvedimento".

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti del Progetto AGCOM "MisuraInternetMobile.it"

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

Realizzato dall'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, in collaborazione con la Fondazione Ugo Bordoni e l'Istituto superiore delle comunicazioni, il progetto consente agli utenti di valutare autonomamente, attraverso un software gratuito, la reale qualità dell'accesso ad Internet in banda l ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
domenica 27 ottobre 2013 13:34

Internet: il Consiglio di Stato definisce l'"hosting" quale servizio di concessione in locazione ad utenti di spazi fisici, all'interno di appositi “contenitori”, dove inserire il “server”, di proprietà dei clienti

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato

close icon

Sommariamente può infatti definirsi l’”hosting” come un servizio di rete che consiste nel collocare su un “server” le pagine di un sito “web”, rendendolo così accessibile dalla rete “internet” e ai suoi utenti; a sua volta l'”housing” consiste nel servizio di concessione in locazione ad utenti di spazi fisici, all'interno di appositi “contenitori”, dove inserire il “server”, di proprietà dei clienti, mentre la posta elettronica è il servizio mediante il quale ogni utente abilitato può inviare e ricevere dei messaggi utilizzando un “computer” o altro dispositivo connesso in rete attraverso un proprio “account” registrato presso il “provider” del servizio. Detti servizi utilizzano quindi la rete “internet” come mezzo necessario alla loro prestazione, mentre i servizi di accesso e trasporto consistono nella fornitura del complesso di apparati fisici che concretano e consentono al servizio di operare; senza la presenza di questi ultimi non può essere utilizzata la rete “internet” ed i servizi di “hosting, housing” o di posta elettronica sono inutilizzabili. Quindi la legge di gara, laddove richiedeva un fatturato basato su servizi di trasporto e gestione dati, non poteva ritenersi che si riferisse a questi ultimi, peraltro non compresi nei contenuti della categoria 0S19.

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

Sommariamente può infatti definirsi l’”hosting” come un servizio di rete che consiste nel collocare su un “server” le pagine di un sito “web”, rendendolo così accessibile dalla rete “internet” e ai suoi utenti; a sua volta l'”housing” consiste nel servizio di concessione in locazione ad utenti di s ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
martedì 15 ottobre 2013 12:38

Linee Guida per la razionalizzazione dei CED della PA

segnalazione della Dott.ssa Silvana Baserga delle Linee Guida AgID

close icon

Sono disponibili nel sito AgID le Linee Guida per la razionalizzazione delle infrastrutture digitali della PA. Il documento intende contribuire a diminuire i costi di esercizio, semplificare la gestione operativa, aumentare l’efficienza, la flessibilità e la sicurezza Le Linee Guida sono il risultato del recente censimento effettuato dall’Agenzia sull’attuale gestione delle infrastrutture IT nelle PA. Tale analisi ha messo in luce varie problematicità, tra cui la frammentazione delle risorse ICT e la mancanza di interoperabilità tra i sistemi informativi delle amministrazioni pubbliche. Il processo di razionalizzazione descritto dalle Linee Guida fa leva sulla condivisione delle infrastrutture fisiche e tecnologiche e sulla ricerca di economie di scala nell’acquisto dei servizi di gestione dell’ICT. Per accedere alla lettura delle Linee Guida cliccare su "Accedi al Provvedimento".

segnalazione della Dott.ssa Silvana Baserga delle Linee Guida AgID

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

Sono disponibili nel sito AgID le Linee Guida per la razionalizzazione delle infrastrutture digitali della PA. Il documento intende contribuire a diminuire i costi di esercizio, semplificare la gestione operativa, aumentare l’efficienza, la flessibilità e la sicurezza Le Linee Guida sono il risul ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
domenica 13 ottobre 2013 12:58

Condominio e privacy: la nuova guida del Garante

nota del Prof. Avv. Enrico Michetti al Vademecum Garante Privacy

close icon

Per facilitare un dialogo equilibrato tra tutti gli "abitanti" del condominio - dai condomini agli inquilini in affitto, dal portiere ai fornitori esterni - il Garante privacy ha predisposto un sintetico manuale che affronta i temi più caldi in materia di trattamento di dati personali: "Il condominio e la privacy". Il vademecum prende in esame i casi che più frequentemente emergono nella vita condominiale, dall'assemblea all'accesso agli archivi, dalle comunicazioni agli interessati ai rapporti con l'amministratore. La guida tiene conto anche delle novità introdotte dalla recente riforma del condominio, entrata in vigore nello scorso mese di giugno 2013, e offre le prime risposte ad alcuni dei quesiti già pervenuti al Garante in merito alla corretta applicazione delle nuove norme, come quelle relative al cosiddetto "condominio digitale". Il Vademecum è suddiviso in otto capitolo: l'amministratore; l'assemblea; la bacheca condominiale; la gestione trasparente del condominio; la videosorveglianza; il condominio digitale; il diritto di accesso ai propri dati e altri diritti; ulteriori chiarimenti e risponde i numero si quesiti quali: 1) SI PUÒ VIDEOREGISTRARE L’ASSEMBLEA CONDOMINIALE? L’assemblea condominiale può essere videoregistrata, ma solo con il consenso informato di tutti i partecipanti. La documentazione, su qualsiasi supporto, deve essere conservata al riparo da accessi indebiti. 2) L’AMMINISTRATORE PUÒ UTILIZZARE I NUMERI DI TELEFONO O GLI INDIRIZZI E-MAIL DEI CONDÒMINI? I numeri di telefono fisso, di telefono cellulare e l’indirizzo di posta elettronica possono essere utilizzati se sono già indicati in elenchi pubblici (come le pagine bianche o le pagine gialle) oppure se l’interessato abbia fornito il proprio consenso. In ogni caso, occorre sempre tenere presente il principio di proporzionalità circa l’uso di tali recapiti, con particolare riferimento a frequenze e ad orari: il loro utilizzo può es- sere opportuno in casi di necessità ed urgenza (soprattutto per evitare situazioni di pericolo o danni incombenti), mentre occorre massimo discernimento per le attività ordinarie e non possono essere comunicati a terzi. 3) QUALI SONO LE REGOLE PER INSTALLARE UN SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA CONDOMINIALE? Nel caso in cui il sistema di videosorveglianza sia installato dal condominio per controllare le aree comuni, devono essere adottate in parti- colare tutte le misure e le precauzioni previste dal Codice della privacy e dal provvedimento generale del Garante in tema di videosorveglianza . Tra gli obblighi che valgono anche in ambito condominiale vi è quello di segnalare le telecamere con appositi cartelli, eventualmente avvalendosi del modello predisposto dal Garante. Le registrazioni possono essere conservate per un periodo limitato tendenzialmente non superiore alle 24-48 ore, anche in relazionea specifiche esigenze come alla chiusura di esercizi e uffici che hanno sede nel condominio o a periodi di festività. Per tempi di conservazione superiori ai sette giorni è comunque necessario presentare una verifica preliminare al Garante. Le telecamere devono riprendere solo le aree comuni da controllare (accessi, garage...), possibilmente evitando la ripresa di luoghi circostanti e di particolari che non risultino rilevanti (strade, edifici, esercizi commerciali ecc.). I dati raccolti (riprese, immagini) devono essere protetti con idonee e preventive misure di sicurezza che ne consentano l’accesso alle sole persone autorizzate (titolare, responsabile o incaricato del trattamento). Per accedere alla lettura del Vademecum cliccare su "Accedi al Provvedimento".

nota del Prof. Avv. Enrico Michetti al Vademecum Garante Privacy

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

Per facilitare un dialogo equilibrato tra tutti gli "abitanti" del condominio - dai condomini agli inquilini in affitto, dal portiere ai fornitori esterni - il Garante privacy ha predisposto un sintetico manuale che affronta i temi più caldi in materia di trattamento di dati personali: "Il condomin ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
giovedì 3 ottobre 2013 22:48

Assicurazioni, addio al vecchio contrassegno cartaceo

segnalazione a cura del Prof. Avv. Enrico Michetti del Decreto MISE n. 110/2013 pubblicato sulla G.U. n. 232 del 3.10.2013

close icon

Cesserà nel 2015 l'obbligo di esposizione del contrassegno cartaceo di assicurazione per la responsabilita' civile verso i terzi per danni derivanti dalla circolazione dei veicoli a motore su strada e la verifica dei relativi dati verrà effettuata con dispositivi o mezzi tecnici di controllo e rilevamento a distanza. Queste le novità introdotte con il Decreto n. 110/2013 (che entra in vigore il 18 ottobre 2013) del Ministro dello sviluppo Economico recante "Regolamento recante norme per la progressiva dematerializzazione dei contrassegni di assicurazione per la responsabilita' civile verso i terzi per danni derivanti dalla circolazione dei veicoli a motore su strada, attraverso la sostituzione degli stessi con sistemi elettronici o telematici, di cui all'articolo 31 del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27." A tal fine verrà istituita un'apposita banca dati presso la Direzione Generale per la Motorizzazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Quanto alle modalità operative, il decreto prevede all'art. 4 le seguenti fasi ciascuna delle quali seguita da un congruo periodo di sperimentazione: a) entro il 17 novembre la Direzione generale per la motorizzazione definisce e rende operativa la struttura informatica del database costituente la banca dati di cui all'articolo 3; b) entrò il 17 dicembre la Direzione generale per la motorizzazione provvede al popolamento del database attraverso la connessione ed il trasferimento massivo alla banca dati delle informazioni contenute negli archivi istituiti presso l'Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici (ANIA); c) nel termine di un anno dalla entrata in vigore del regolamento, la Direzione generale per la motorizzazione definisce e, nel successivo termine di mesi sei, rende operative, le connessioni informatiche, nonche' i sistemi di accesso e trasmissione via web delle informazioni necessarie all'aggiornamento del database, da parte delle imprese di assicurazione; d) nello stesso termine di operativita' la Direzione generale per la motorizzazione definisce ed attiva i sistemi di accesso via web da parte dei cittadini alle informazioni detenute nella banca dati e indica le modalita' e i requisiti per l'accesso; e) nel termine di diciotto mesi dalla entrata in vigore del regolamento, la Direzione generale per la motorizzazione definisce e rende operativa la predisposizione della banca dati per garantire la possibilita' di collegamento con i dispositivi, le apparecchiature ed i mezzi tecnici per il controllo del traffico e per il rilevamento a distanza delle violazioni delle norme del codice della strada previsti dalle vigenti disposizioni contenute nel decreto legislativo n. 285 del 1992, fatta salva l'eventuale adozione del decreto di cui all'articolo 31, comma 3, ultimo capoverso, del decreto-legge n. 1 del 2012. Per accedere alla lettura del testo del decreto cliccare su "Accedi al Provvedimento".

segnalazione a cura del Prof. Avv. Enrico Michetti del Decreto MISE n. 110/2013 pubblicato sulla G.U. n. 232 del 3.10.2013

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

Cesserà nel 2015 l'obbligo di esposizione del contrassegno cartaceo di assicurazione per la responsabilita' civile verso i terzi per danni derivanti dalla circolazione dei veicoli a motore su strada e la verifica dei relativi dati verrà effettuata con dispositivi o mezzi tecnici di controllo e rile ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
giovedì 3 ottobre 2013 15:47

Rinnovo della Patente di Guida: in Gazzetta Ufficiale le nuove procedure telematiche di comunicazione

nota del Prof. Avv. Enrico Michetti a decreto Ministero dei Trasporti in G.U. n. 231 del 2.10.2013

close icon

Entreranno in vigore il 2 novembre le nuove procedure di comunicazione del rinnovo di validità della patente di guida che sono state adottate dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con apposito decreto attraverso il quale, in ossequio alle disposizione del "Codice dell'Amministrazione digitale", si vuole assicurare la progressiva digitalizzazione e dematerializzazione nella trasmissione dell'esito della visita medica, che dovrà avvenire in via telematica, al competente ufficio centrale del Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici in via telematica. Per accedere alla lettura del decreto cliccare in "Accedi al Provvedimento"

nota del Prof. Avv. Enrico Michetti a decreto Ministero dei Trasporti in G.U. n. 231 del 2.10.2013

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

Entreranno in vigore il 2 novembre le nuove procedure di comunicazione del rinnovo di validità della patente di guida che sono state adottate dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con apposito decreto attraverso il quale, in ossequio alle disposizione del "Codice dell'Amministrazione d ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
martedì 30 luglio 2013 10:09

CAD: pubblicate le nuove linee guida per la fruibilità dei dati delle Pubbliche Amministrazioni

Agenzia per l'Italia Digitale

close icon

L'Agenzia per l'Italia Digitale ha provveduto ad aggiornare le "Linee guida per la stesura di convenzioni per la fruibilità di dati delle pubbliche amministrazioni" in attuazione delle disposizioni di cui all'articolo 58 del Codice dell'Amministrazione Digitale, adottando una nuova versione (2.0 - giugno 2013) che sostituisce integralmente la precedente. D'intesa con il Garante per la protezione dei dati personali che, come previsto dalla norma, interviene nel processo di formazione delle suddette convenzioni, le nuove linee guida semplificano in modo significativo il procedimento di formazione delle convenzioni stesse, mirando a rendere pienamente conformi alla disciplina in materia di protezione dei dati personali i trattamenti ivi previsti. Infatti, per le convenzioni redatte conformemente alle Linee guida (versione 2.0 - giugno 2013) non è più necessario richiedere il parere del Garante per la protezione dei dati personali, anche laddove la convenzione abbia per oggetto l'accesso a dati personali. In relazione agli obiettivi di fruibilità perseguiti dalla succitata norma del CAD le Linee guida individuano, tra l'altro, i servizi e le modalità che dovranno essere utilizzate per l'accesso ai dati, con l'indicazione dei criteri per la definizione dei livelli di servizio che le convenzioni potranno stabilire. In tale contesto viene data particolare attenzione ai casi in cui la convenzione abbia per oggetto l'accesso a dati personali. Per quanto riguarda invece gli aspetti operativi, le Linee guida definiscono una struttura di base della convenzione-quadro, con l'indicazione del contenuto minimo della stessa, nonché il procedimento e gli adempimenti connessi alla stipula delle convenzioni, anche in relazione alle attività di monitoraggio che lo stesso articolo 58 del CAD pone in capo all'Agenzia per l'Italia Digitale.

Agenzia per l'Italia Digitale

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

L'Agenzia per l'Italia Digitale ha provveduto ad aggiornare le "Linee guida per la stesura di convenzioni per la fruibilità di dati delle pubbliche amministrazioni" in attuazione delle disposizioni di cui all'articolo 58 del Codice dell'Amministrazione Digitale, adottando una nuova versione (2.0 - ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
mercoledì 3 luglio 2013 15:03

Agenda Digitale Italiana: on line il Dossier del Senato sullo stato di attuazione

Senato della Repubblica

close icon

L'Agenda digitale italiana ha attraversato diverse stratificazioni dal punto di vista normativo. Di recente, particolari novità si registrano nella concezione della cabina di regia che ha visto un significativo cambio di impostazione a seguito dell'entrata in vigore del decreto legge 21 giugno 2013, n. 69: Disposizioni urgenti per il rilancio dell'economia, pubblicato nel Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 144 del 21 giugno 2013. Nel dossier visualizzabile cliccando sul titolo sopra linkato, nella Parte I vengono illustrate, attraverso tabelle riepilogative, le scansioni degli adempimenti previsti dalle norme in materia di Agenda digitale italiana; nella Parte II sono presi in considerazione, più nel dettaglio, i singoli provvedimenti attuativi. Il dossier e' work in progress e viene fotografata la situazione al 27 giugno 2013.

Senato della Repubblica

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

L'Agenda digitale italiana ha attraversato diverse stratificazioni dal punto di vista normativo. Di recente, particolari novità si registrano nella concezione della cabina di regia che ha visto un significativo cambio di impostazione a seguito dell'entrata in vigore del decreto legge 21 giugno 2013 ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
martedì 11 giugno 2013 13:42

Avviato il censimento dei CED della P.A.

Agenzia per l'Italia Digitale

close icon

L'Agenzia per l'Italia Digitale ha avviato il censimento dei Centri Elaborazione Dati (CED) delle pubbliche amministrazioni come previsto l’art. 33-septies “Consolidamento e razionalizzazione dei siti e delle infrastrutture digitali del Paese” del Decreto Legge n. 179 del 18 ottobre 2012, come convertito dalla Legge 221/2012. Precisa l'Agenzia che si tratta di un adempimento di particolare importanza per il futuro delle infrastrutture IT delle pubbliche amministrazioni. Sulla base del censimento, che raccoglierà varie informazioni di tipo geografico, logistico, tecnico e gestionale dei CED tramite un questionario online a disposizione della PA, AgID elaborerà le linee guida per la definizione del relativo piano triennale di razionalizzazione. Il piano, previa consultazione pubblica, sarà presentato entro il 30 settembre 2013 al Presidente del Consiglio dei ministri che, d'intesa con la Conferenza unificata, emanerà un decreto di adozione entro dicembre 2013. Operativamente la rilevazione è gestita dalla Fondazione Ugo Bordoni. Per scaricare il position paper con i contenuti e le modalità delle attività cliccare sul titolo sopra linkato.

Agenzia per l'Italia Digitale

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

L'Agenzia per l'Italia Digitale ha avviato il censimento dei Centri Elaborazione Dati (CED) delle pubbliche amministrazioni come previsto l’art. 33-septies “Consolidamento e razionalizzazione dei siti e delle infrastrutture digitali del Paese” del Decreto Legge n. 179 del 18 ottobre 2012, come con ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
giovedì 9 maggio 2013 16:27

M5S: il Garante della privacy vieta di pubblicare e detenere le mail hackerate

Garante privacy

close icon

Il Garante per la protezione dei dati personali ha disposto il divieto di divulgare e trattare ulteriormente il contenuto delle mail dei deputati del Movimento 5 Stelle originariamente diffuse in rete. In particolare nel comunicato attenzionato il Garante precisa che le testate giornalistiche, i siti web e chiunque detenga queste mail, per averle eventualmente scaricate, dovrà provvedere a cancellarle, anche dai propri archivi.

Garante privacy

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

Il Garante per la protezione dei dati personali ha disposto il divieto di divulgare e trattare ulteriormente il contenuto delle mail dei deputati del Movimento 5 Stelle originariamente diffuse in rete. In particolare nel comunicato attenzionato il Garante precisa che le testate giornalistiche, i si ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
domenica 14 aprile 2013 23:01

Trasparenza delle P.A.: il corretto utilizzo dell'applicativo istituzionale di G.A. evita le sanzioni dettate dal Dlgs n. 33/2013

Funzione Pubblica

close icon

La Funzione Pubblica indica tutte le sanzioni introdotte dalla nuova normativa di riordino della disciplina riguardante la trasparenza, pubblicità e diffusione delle informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni. Si ricorda agli utenti che l'applicativo per adeguare i siti internet alla nuova normativa e' gratuitamente fruibile da tutte le amministrazioni che possono da subito inviare via mail alla Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana (info@gazzettaamministrativa.it) la richiesta di attivazione dell'applicativo web. Tutte le P.A. verranno contattate direttamente dallo staff tecnico/giuridico ed a breve verrà attivata una apposita sezione on line sul sito www.gazzettaamministrativa.it nella quale verranno fornite tutte le informazioni utili. Per accedere alla schema di sanzioni cliccare sul titolo sopra linkato.

Funzione Pubblica

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

La Funzione Pubblica indica tutte le sanzioni introdotte dalla nuova normativa di riordino della disciplina riguardante la trasparenza, pubblicità e diffusione delle informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni. Si ricorda agli utenti che l'applicativo per adeguare i siti internet alla nuo ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
domenica 14 aprile 2013 14:55

Pagamenti della PA: nuovo programma riusabile per la gestione sanitaria

DigitPA

close icon

L'Agenzia per l'Italia Digitale rende noto che il Catalogo del Riuso si arricchisce di un nuovo programma per la gestione dei pagamenti in ambito sanitario. Il Sistema Regionale Accordo Pagamenti (SIRAP), realizzato dalla Regione Lazio, è un programma che consente di gestire in maniera coerente e uniforme le fatturazioni e i relativi pagamenti dei fornitori delle Aziende Sanitarie e delle Aziende ospedaliere della Regione Lazio. Il software sviluppato assume una forte rilevanza alla luce dei ritardi nei pagamenti accumulati dalle pubbliche amministrazioni e si propone come utile strumento per la razionalizzazione della spesa pubblica in termini di riduzione degli interessi per le somme dovute, del contenzioso e dell’abbassamento del numero dei giorni per effettuare i pagamenti. Le amministrazioni che desiderano chiarimenti sull’utilizzo dei programmi presenti nel catalogo o supporto nell’inserimento di nuovi prodotti possono rivolgersi al Centro di competenza sul Riuso tramite posta elettronica (inforiuso@digitpa.gov.it ; protocollo@pec.agid.gov.it ;) o telefono 06 85264295.

DigitPA

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

L'Agenzia per l'Italia Digitale rende noto che il Catalogo del Riuso si arricchisce di un nuovo programma per la gestione dei pagamenti in ambito sanitario. Il Sistema Regionale Accordo Pagamenti (SIRAP), realizzato dalla Regione Lazio, è un programma che consente di gestire in maniera coerente e u ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
sabato 13 aprile 2013 22:20

Elezioni dei Sindaci, dei consigli comunali, dei consigli circoscrizionali fissate per i giorni 26 e 27.5.2013, e per i giorni 9 e 10.6.2013: disciplina per la comunicazione politica e la parità di accesso alle informazioni per le emittenti locali e la stampa quotidiana e periodica

Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni n. 258/13/CONS

close icon

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la delibera con la quale l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni introduce le disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parita' di accesso ai mezzi di informazione relative alle campagne per l'elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali, nonche' dei consigli circoscrizionali, fissate nei mesi di maggio e giugno 2013 finalizzate a dare concreta attuazione ai principi del pluralismo, dell'imparzialita', dell'indipendenza, dell'obiettivita' e della completezza del sistema radiotelevisivo che si applicano nei confronti delle emittenti locali che esercitano l'attivita' di radiodiffusione televisiva e sonora privata e della stampa quotidiana e periodica negli ambiti territoriali interessati dalla consultazione. L'elenco dei comuni interessati dalle consultazioni elettorali e' reso disponibile sul sito web dell'Autorita' per le garanzie nelle comunicazioni: www.agcom.it. Le disposizioni di cui al presente provvedimento non si applicano ai programmi e alle trasmissioni destinati ad essere trasmessi esclusivamente a livello nazionale o in ambiti territoriali nei quali non e' prevista alcuna consultazione elettorale. Per accede al testo della delibera cliccare sul titolo sopra linkato.

Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni n. 258/13/CONS

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la delibera con la quale l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni introduce le disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parita' di accesso ai mezzi di informazione relative alle campagne per l'elezione di ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
sabato 13 aprile 2013 22:00

Codice dell'Amministrazione Digitale: pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che disciplina l'indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata delle imprese e dei professionisti (INI-PEC)

Decreto Ministero dello Sviluppo Economico 19.3.2013

close icon

L'art. 6-bis, comma 1, del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 concernente "Codice delle amministrazione digitale", istituisce presso il Ministero dello sviluppo economico il pubblico elenco denominato "Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata delle imprese e dei professionisti (INI-PEC)". A sua volta i commi 6 e 7 dell'art. 16 del decreto-legge 29 novembre 2008, n.185 hanno introdotto l'obbligo, per le imprese costituite in forma societaria e per i professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato, di comunicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata rispettivamente al Registro delle Imprese e agli Ordini Collegi professionali di appartenenza, poi esteso anche alle imprese individuali dalla Legge n. 221/2012. Con il decreto in esame vengono stabilite: a) la modalita' di realizzazione e gestione operativa dell'INI-PEC, nonche' le modalita' di accesso allo stesso; b) le modalita' e le forme con cui gli Ordini ed i Collegi professionali comunicano e aggiornano gli indirizzi di posta elettronica certificata relativi ai professionisti di propria competenza. Per la gestione il Ministero si avvale di InfoCamere attraverso una infrastruttura tecnologica e di sicurezza, che rende disponibili gli indirizzi PEC per il tramite del Portale telematico, suddiviso in due sezioni ovvero "Sezione Imprese" e "Sezione Professionisti", il quale consente l'acquisizione e la fruizione delle informazioni in formato aperto. L'accesso all'INI-PEC e' consentito alle pubbliche amministrazioni, ai professionisti, alle imprese, ai gestori o esercenti di pubblici servizi ed a tutti i cittadini tramite il Portale telematico consultabile senza necessita' di autenticazione.

Decreto Ministero dello Sviluppo Economico 19.3.2013

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

L'art. 6-bis, comma 1, del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 concernente "Codice delle amministrazione digitale", istituisce presso il Ministero dello sviluppo economico il pubblico elenco denominato "Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata delle imprese e de ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
sabato 13 aprile 2013 10:01

Persa da SKY ITALIA anche l'ultima battaglia al Consiglio di Stato: dovrà pagare agli utenti-abbonati gli indennizzi da corrispondere in via automatica a seguito di segnalazioni di disservizi

Consiglio di Stato

close icon

Definitivamente confermata dal Consiglio di Stato l'applicabilità anche a SKY ITALIA sia della delibera n. 73/2011 con la quale l’AGCOM ha individuato le fattispecie di disservizio che comportano a carico dell’operatore l’obbligo di riconoscere automaticamente un indennizzo all’utente finale secondo parametri stabiliti nelle condizioni contrattuali nonché del Regolamento nel quale sono stati definiti alcuni criteri utili per garantire una più omogenea quantificazione degli indennizzi da corrispondere all’utente finale all’esito della definizione stragiudiziale della controversia eventualmente deferita alla cognizione dell’Autorità. Già il TAR Lazio aveva rigettato il ricorso da SKY ITALIA srl con il quale appunto aveva chiesto l’annullamento, dapprima, della delibera n. 73/2011 e dell’allegato Regolamento, unitamente agli atti presupposti, e poi ( con primo atto di motivi aggiunti) della determinazione Co.Re.Com. Puglia 2 maggio 2011 n. 13, nonché della determinazione AGCOM, Direz. Tutela Consumatori, 19 maggio 2011 n.42 , che avevano applicato la delibera AGCOM impugnata in controversie insorte tra SKY Italia srl ed alcuni utenti-abbonati ai servizi di pay tv della suddetta emittente (con riguardo alla misura degli indennizzi). Per accedere al testo integrale della sentenza cliccare sul titolo sopra linkato.

Consiglio di Stato

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

Definitivamente confermata dal Consiglio di Stato l'applicabilità anche a SKY ITALIA sia della delibera n. 73/2011 con la quale l’AGCOM ha individuato le fattispecie di disservizio che comportano a carico dell’operatore l’obbligo di riconoscere automaticamente un indennizzo all’utente finale second ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
lunedì 8 aprile 2013 12:57

Pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni: gli obblighi e le nuove sanzioni introdotte a carico della P.A.

Focus a cura del Direttore Prof. Avv. Enrico Michetti

Entra in vigore il 20 aprile il D.Lgs 14.03.2013 n.33 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.80 del 05.04.2013 che si compone di numero 53 articoli ed un allegato con il quale vengono dettati i principi di trasparenza e introdotti nuovi obblighi e sanzioni a carico della P.A. ...

«:::::::::GA:::::::::»
martedì 2 aprile 2013 21:55

Trasparenza nella P.A.: sull'accessibilità dei siti e dei servizi i cittadini possono segnale le inadempienze all’Agenzia per l’Italia digitale

DigitPA

close icon

E' stata pubblicata la circolare n. 61/2013 relativa agli obblighi di accessibilità per le PA con la quale si informano le pubbliche amministrazioni sui nuovi adempimenti posti a loro carico dalla recente normativa. In particolare, con riferimento agli obiettivi di accessibilità, l’Agenzia per l’Italia digitale intende anche fornire alle pubbliche amministrazioni sia un questionario, che esse possano utilizzare per effettuare un’autovalutazione circa lo stato di adeguamento dei propri siti e servizi web alla normativa sull’accessibilità, sia un esempio di format per la pubblicazione sui siti web degli obiettivi annuali di accessibilità. Al contempo nella circolare si precisa che il comma 8 dell’art. 9 del decreto legge n. 179/2012 prevede che “gli interessati” che rilevano inadempienze in ordine all'accessibilità dei servizi erogati dai soggetti di cui al nuovo articolo 3, comma 1 della legge n. 4/2004, “fanno formale segnalazione, anche in via telematica, all’Agenzia per l’Italia digitale”. Con tale previsione normativa si consente al cittadino di difendersi in prima istanza dalle eventuali inadempiente della pubblica Amministrazione in tema di accessibilità dei servizi erogati attraverso una segnalazione formale all’Agenzia, senza necessariamente ricorrere in giudizio. L’Agenzia per l’Italia digitale, pertanto, è chiamata a ricevere le segnalazioni e, qualora le ritenga fondate, richiede al soggetto erogatore l'adeguamento dei servizi alle disposizioni in tema di accessibilità assegnando al soggetto medesimo un termine, non superiore a 90 giorni, per adempiere. L’invio delle suddette segnalazioni potrà essere effettuato, in via telematica, al seguente indirizzo di casella di posta elettronica certificata messo a disposizione, a tal fine, dall’Agenzia per l’Italia digitale: protocollo@pec.agid.gov.it ; ovvero, a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, al seguente indirizzo: Agenzia per l’Italia digitale Viale Marx n. 31/49 00137 Roma. Per accedere alla circolare ed ai questionari cliccare sul titolo sopra linkato.

DigitPA

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

E' stata pubblicata la circolare n. 61/2013 relativa agli obblighi di accessibilità per le PA con la quale si informano le pubbliche amministrazioni sui nuovi adempimenti posti a loro carico dalla recente normativa. In particolare, con riferimento agli obiettivi di accessibilità, l’Agenzia per l’It ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
lunedì 4 marzo 2013 08:19

In omaggio al 200° Anniversario della nascita di Giuseppe Verdi l'emissione e la circolazione delle nuove monete da 2 euro

MEF Decreto 14.2.2013

close icon

Sul dritto: busto di tre quarti a sinistra di Giuseppe Verdi; nel campo di sinistra, RI in legamento/1813; nel campo di destra, R/2013; in esergo, MCC/G.VERDI; intorno, le dodici stelle dell'Unione europea. Queste le caratteristiche artistiche che in virtù del decreto in esame troveremo impresse sulla moneta da 2 euro, commemorative del «200° Anniversario della nascita di Giuseppe Verdi (1813-2013).

MEF Decreto 14.2.2013

 
Note Legali
L'utilizzazione dei contenuti di Gazzetta Amministrativa da parte di altre testate, siti internet, giornali, televisione, ecc., è consentita esclusivamente con indicazione della fonte "www.gazzettaamministrativa.it" e contestuale link o collegamento alla pagina di pubblicazione del contenuto di volta in volta attenzionato.

Sul dritto: busto di tre quarti a sinistra di Giuseppe Verdi; nel campo di sinistra, RI in legamento/1813; nel campo di destra, R/2013; in esergo, MCC/G.VERDI; intorno, le dodici stelle dell'Unione europea. Queste le caratteristiche artistiche che in virtù del decreto in esame troveremo impre ... Continua a leggere

«:::::::::GA:::::::::»
 
 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.